Luna della Condivisione dicembre 2019

La Luna piena di Dicembre è chiamata anche Luna della Quercia, Luna della Neve o del Freddo.

Le mie personali riflessioni di questo periodo, mi hanno portato a comprendere alcune importanti trasformazioni che stanno avvenendo. La terra in questo momento ha una vibrazione molto alta, che molti di noi sentono nel corpo, con dolori diffusi, infiammazioni, febbre e stanchezza eccessiva che generano un senso di frustrazione, altri la percepiscono di più emotivamente con nervosismo, irritabilità, poca lucidità e una sorta di malinconia e tristezza diffuse o rabbie improvvise e deflagranti.  Il cuore è il centro dove possiamo trovare il nostro ritmo e la nostra stabilità e possiamo trovarla solamente nel fluire, cioè nel non contrastare le onde che percepiamo, ma lasciando che tutto ci attraversi. Come fare?

Primo, innanzi tutto rallentare, che non vuol dire fermarsi o riposare, vuol dire rallentare i ritmi, fare materialmente meno cose, occuparci di meno, spostare nel tempo e nello spazio tutto quello che non è una priorità.

Secondo, respirare con respiri lunghi e corposi, facendo arrivare l’aria nella pancia ed espirare in modo pieno, anche rumoroso, troviamo 3 minuti ogni ora per fare alcune di queste respirazioni, questa è la prima cura per ognuno di noi. Sicuramente è un esercizio che sembra piccolo e quasi inutile, ma vi assicuro che se fatto con consapevolezza e disciplina, cambierà la vita di molti di noi.

Terzo, scrivere, scrivere per comunicare a noi stessi, scrivere per comunicare con il nostro corpo, ma anche scrivere appunti per il lavoro o per la casa, scrivere tutto quello che ci serve, per vederlo nero su bianco, per dargli ulteriore energia.

Quarto, passare del tempo con le persone e gli animali che ci fanno stare bene, cercarle, prendere delle pause per stare con loro, organizzare anche solo due chiacchiere o un caffè.

Quinto, trovare il modo e il tempo per stare da soli in leggerezza, per leggere, guardare un film, passeggiare o meditare.

Sesto, questa luna ci racconta che possiamo veramente fare la differenza tra vivere in leggerezza, come questa luna in gemelli ci consiglia, o renderci la vita un macigno! Siamo a un bivio, fluire in leggerezza e andare avanti o rimanere piantati nelle nostre personali sabbie mobili.

Settimo, nel fluire, accadono cose meravigliose, perché tutto quello che fa parte della nostra pesantissima vita, trova un posto in una scala immaginaria e incredibilmente un gradino alla volta, sistemeremo tutto, anche le cose che ci sembrano insormontabili, perché nel fluire c’è già un immenso aiuto, la fiducia, nell’affidarsi accade che inaspettati aiuti arrivino a dipanare anche le matasse più aggrovigliate!

Ottavo, approfittiamo di questo tempo, per gettare le basi dei nostri progetti futuri, aspettiamo la luna nuova di dicembre che sarà il 26 e progettiamo il nostro futuro, possiamo iniziare proprio da qui il nostro quaderno dei progetti, dove per tutto l’anno potremo scrivere i nostri piani.

Nono, portiamo la semplicità nei nostri gesti, nelle parole e nei pensieri. Semplifichiamo al massimo tutti gli aspetti della nostra vita, per arrivare all’Essenza. Facciamoci un regalo di Natale prezioso, torniamo alle cose semplici, fatte con il cuore, ecco mettiamo il cuore e l’amore in tutto quello che faremo per noi e per gli altri. Cerchiamo di non sgretolare il nostro tempo in una corsa affannata. Impariamo ad onorarci, rispettarci e pretendiamo la stessa cosa dagli altri, tutti gli altri!

Decimo, creare ponti deve diventare il nostro obbiettivo primario! Ponti che uniscono, ponti che cancellano distanze, ponti che arrivano dove regna la solitudine. Diventiamo lo strumento che scioglie con l’amore il risentimento dell’altro, ma anche verso noi stessi, dei nostri difetti, degli errori commessi, dei rancori che proviamo. Creiamo dei ponti dentro di noi che portino il calore, là dove regna il gelo. Questa è una enorme sfida, perché è proprio in questi tempi così rabbiosi, pieni di buio e di paura che c’è più bisogno di ponti che provengano dal cuore! E se tutti insieme riusciremo a provocare un piccolo cambiamento di vibrazione, potremo assaporare l’immensità del calore che ci avvolge.

Undicesimo, questa luna aiuta ad entrare in contatto con energie molto alte. Tutti noi, abbiamo la possibilità di accedere alla nostra parte più sacra, più intima. Ognuno attraverso le proprie tradizioni, può sperimentare la connessione. È sufficiente partecipare con il cuore in apertura a un rito, a un cerchio, alla messa di mezzanotte o recitare in comunione mantra, fare una meditazione in solitudine o in gruppo, o qualsiasi altro strumento che ci porti a contatto con la nostra anima. Attraverso la connessione ci colleghiamo al Tutto e possiamo vivere l’Amore e la sensazione meravigliosa di essere accolti e a casa.

Dodicesimo, una luna che ci parla d’amicizia, di doni, dell’onorare se stessi e gli altri e del condividere quello che abbiamo, nella materia, nella conoscenza e nello spirito. Questa è l’ultima luna dell’anno, ci porta un’energia che aiuta a rimanere centrati sull’essenzialità e sulle cose veramente importanti. La luna di dicembre è una bellissima dama che ci porta ricchezza se noi riusciamo ad apprezzare i doni fantastici di cui parla: la condivisione e la generosità.

                                                             LUNA PUNTO PER PUNTO

-continuiamo a tenere accesa una luce tutta la notte. Se non ci fidiamo ad accendere una candela in casa, basta una piccola lampada fino al solstizio che sarà il giorno 21.

-per tutto l’inverno, quando c’è la necessità ricordiamoci dei nostri preziosi alleati il Palo Santo, le foglie di alloro, il rosmarino, la salvia e l’iperico, possiamo utilizzarne uno, quando l’energia è bassa e ci sentiamo stanchi o tristi.  

– la pietra che abbiamo ricevuto teniamola in mano per alcuni minuti, la mattina appena svegli, fino alla luna di gennaio, ci aiuterà ad essere più centrati e ricettivi.

-continuare con le pulizie profonde della casa, ma anche delle emozioni e dei pensieri, buttare quello che è obsoleto, inutile o troppo complicato, semplificare è un obbiettivo primario. Fino al 10 di gennaio 2020 impegnamoci nella trasformazione della nostra vita. Semplifichiamo!!

-utilizzare le festività, e non solo, per stare con gli amici e i parenti cercando di costruire rapporti di valore. Badando molto poco alla forma e tantissimo alla sostanza!

-scriviamo su un foglio tutto quello che vogliamo buttare via e che non vogliamo più nella nostra vita, abbiamo tempo fino al 31 dicembre per scriverlo! Possiamo usufruire del rito di purificazione che faremo la notte di San Silvestro, portando il foglio al nostro stand, nel centro commerciale il BorgoGioioso, dove potete prendere, in cambio, un suggerimento per il 2020.

Tantissimi auguri meravigliosa Tribù, un grazie a tutti per esserci, per l’amore, per l’impegno, per l’amicizia, per la condivisione…un grazie speciale a chi non c’è più, ma rimarrà per sempre nel cuore.  

                                     BUON NATALE A TUTTI NOI E CHE TUTTO SI POSSA

                                 AGGIUSTARE O CAMBIARE O RINNOVARE CON AMORE!!

Please follow and like us:
error

Lascia un commento